Cosa cucinare alla Vigilia di Natale

Estimated read time 3 min read
Condividi ciò che ti piace

Antipasto:

Come antipasto puoi orientarti su delle gustosissime e buonissime capesante gratinate, oppure ripiegare su cozze e ostriche da servire crude.

Primo piatto:
Utilizza sempre della pasta fresca da condire con un sugo ai frutti di mare, oppure prepara uno sfiziosissimo raviolo aperto di mare. Per la sua preparazione ti servirà della sfoglia di pasta all’uovo già pronta, calamari e gamberi. Una volta preparato il pesce farcisci il raviolo.

Secondo piatto:
Il nostro consiglio è quello di puntare sul salmone. Prepara un turnedos di salmone con una crema alle noci.

pesce fresco

Perché si cucina pesce la cena della vigilia?

La Vigilia di Natale è considerata un giorno di magro in cui non si mangia la carne ma bensì il pesce, un’usanza che fonda le sue radici su una tradizione popolare che poi con il tempo è diventata una tradizione più di carattere religioso.

La tradizione del menù della vigilia prevede anche che siano fatte delle restrizioni sui cibi troppo costosi.

Un menù di pesce tradizionale per la tua vigilia di Natale

Come antipasto va servito l’irrinunciabile canapè di salmone affumicato, ma se vuoi rispettare appieno la tradizione culinaria della Vigilia di Natale, sappi che immancabile è il capitone in umido e non dimenticare di preparare una freschissima e saporitissima insalata di mare.
Il primo piatto per eccellenza della cena di Natale, sono senza dubbio gli spaghetti allo scoglio e per chi invece, è alla ricerca di un gusto più intenso, consigliamo dei buonissimi e raffinati spaghetti all’astice.

Per quanto riguarda i secondi, la tradizione prevede che venga servito del pesce al forno, da provare sicuramente il filetto di tonno in crosta di patate oppure i gamberoni saltati al pompelmo.

pesce di natale

Piatti di pesce economici:
Alici fritte: Le alici fritte sono un piatto facile da preparare non occorrono molti ingredienti e sono anche molto economiche. Per prepararle basta passarle nella farina ed immergerle nell’olio bollente. Per chi invece vuole provare una ricetta un po’ più sostanziosa, allora può panarle con l’uovo e la farina e pan grattato.

Mousse di sgombro:
Stiamo parlando di un pesce molto povero ma molto ma molto saporito. Per la mousse di sgombro, fate dorare in padella della cipolla insieme ad una noce di burro, aggiungetevi i filetti di sgombro, salate e pepate una volta cotti, frullateli insieme alla panna e due cucchiai di parmigiano grattugiato.

Spiedini di gamberi:
Comprate dei bei gamberi, si trovano anche senza affrontare una spesa eccessiva, e lasciateli andare sulla griglia o sul barbecue aggiungendovi solo del sale e del prezzemolo.

tonno

Condividi ciò che ti piace

Potrebbe piacerti anche

Altro

+ There are no comments

Add yours